Bardolino sul lago di Garda
bardolino

In una zona comprendente dodici comuni del Garda sud-orientale che si estende da Bardolino a Garda e Peschiera, spingendosi fino all'entroterra con Sommacampagna e Affi, viene prodotto un vino che per le peculiari proprietà organolettiche è apprezzato in ambito internazionale: il Bardolino, ricavato da uve Corvina, Rondinella, Molinara e Negrara.

Le varietà di vitigni con cui si produce il Bardolino trovano in questa zona il clima ideale. Tra i vigneti dei comuni produttori si snodano le arterie della Strada del Vino, un affascinante percorso alla scoperta dei profumi e dei sapori tipici di questa terra.

Valpolicella

L'area del vino Valpolicella DOC è su 19 comuni del nord della provincia di Verona.

Il Valpolicella è un vino che nasce da una miscela di uve di vitigni diversi, la più importante è la Corvina presente in misura dal 45 al 95%.
Essenziali sono anche le uve Rondinella, dal 5 al 30%, mentre non lo sono più quelle di Molinara che è uscita dal disciplinare ma resta comunque tra quelle permesse.

Altre uve non essenziali alla miscela per avere la denominazione, ma che possono essere presenti fino ad un massimo complessivo del 25% (e un massimo del 10% ognuno) sono quelle provenienti da vitigni della zona come Negrara, Forselina e Oseleta.

testo2

Il Valpolicella riceve la denominazione di:

Classico
se prodotto nella sottozona comprendente i comuni di: Fumane, Marano di Valpolicella, Negrar, San Pietro in Cariano, *Sant'Ambrogio di Valpolicella facenti parte della Valpolicella classica.
Veduta da Castelrotto (San Pietro in Cariano) con vitigni ed uliveti verso: Pedemonte, Arbizzano e Montericco

Superiore
se l'affinamento in botte avviene per un minimo di 12 mesi a partire dal 1º gennaio successivo alla vendemmia e il grado alcolico risulta essere al consumo superiore al 12%.
Ripasso se il vino prima dell'affinamento in botte viene ripassato attraverso le vinacce di recioto o amarone precedentemente pressate acquistando corpo, gusto e grado

testo 3

Altri vini importanti
della zona sono il Recioto e l'Amarone che pur avendo una denominazione propria derivano dalle uve del Valpolicella.

Per la loro produzione le uve sono sottoposte a parziale appassimento fino a 4 mesi su graticci di bambù quindi con pressatura a febbraio inoltrato e successivo affinamento in botte per un minimo di 2 anni a partire dal 1º gennaio successivo alla vendemmia.